Cosa è la Scoliosi

La Scoliosi è una deformità della colonna vertebrale conosciuta e studiata fin dall’antichità.
Si presenta come una deviazione laterale, permanente, della colonna vertebrale associata alla rotazione dei corpi vertebrali. Questa rotazione si accompagna ad una deformazione dei dischi intervertebrali e a retrazioni (accorciamenti) muscolo legamentose. In base alla sua localizzazione la scoliosi può essere lombare, dorso-lombare, dorsale, cervico-dorsale, toracica e toraco-lombare.

Le scoliosi sono idiopatiche nel 70-80% dei casi, cioè insorgono senza una causa apparente, e compaiono prevalentemente nell’età infantile e puberale, periodi in cui l’accrescimento osseo è elevato. Il rimanente 20-30% è rappresentato dalle scoliosi congenite o acquisite e tra queste si riscontrano le malformazioni congenite della colonna vertebrale (presenti dalla nascita, sia ereditarie, sia causate da fattori ambientali), le malattie genetiche, i problemi neuromuscolari e la disparità di lunghezza degli arti. Altre cause di scoliosi possono essere la paralisi cerebrale, la spina bifida, la distrofia muscolare, l’atrofia muscolare spinale e i tumori.
I casi di scoliosi lieve non hanno ripercussioni sulle normali attività quotidiane, ma nei casi gravi può essere un problema doloroso e limitante.

Sintomi della Scoliosi

I sintomi della scoliosi variano da individuo a individuo. Tuttavia, di seguito sono elencati quelli più comuni:

  • Spalle ad altezza differente (una scapola più prominente dell’altra)
  • Testa in posizione non direttamente centrale rispetto al bacino
  • Anca sollevata e prominente
  • Coste ad altezze differenti
  • Fianchi irregolari
  • Variazioni nel colore e nella consistenza della cute che ricopre la colonna vertebrale
  • Inclinazione di tutto il corpo verso un lato
  • Prominenza delle coste quando ci si china

L’attività fisica è particolarmente indicata nei casi di scoliosi lieve o moderata, ma è sbagliato considerare il nuoto come mezzo primario di prevenzione e cura. Questa disciplina sportiva, che prevede movimenti asimmetrici o che richiedono un inarcamento della schiena, può risultare addirittura controproducente. In generale è meglio evitare attività quali la ginnastica artistica, la ginnastica ritmica e la danza classica, perché rendono la colonna più flessibile, quindi più facilmente deformabile. Per combattere la scoliosi sono utili la Posturologia e la Ginnastica personalizzata.